La mandorla nell’iconografia cristiana

La mandorla nell’iconografia cristiana

La mandorla o vesica piscis, che significa vescica di pesce in latino, è un simbolo di forma ogivale formato dall’intersezione di due cerchi dello stesso raggio.

La forma della mandorla fin dal Medioevo ha acquistato un ruolo importante nell’iconografia cristiana. La sua forma ogivale infatti, simile a quella di un pesce, passa nel Cristianesimo come un riferimento a Cristo: in greco “ichthys” significa pesce ed era un acronimo utilizzato dai primi cristiani per indicare Gesù Cristo. Viene raffigurata in modo ricorrente nell’arte musiva, negli affreschi e nei manoscritti miniati e maggiormente nella decorazione romanico-gotica; in cui era sfruttata per dare risalto alla figura sacra situata al suo interno.

Perchè proprio la mandorla?

Nella simbologia cristiana il frutto del Mandorlo rappresenta il mistero di Cristo che cela la natura divina nella sua forma umana.

Perchè è importante la mandorla nell’iconografia cristiana? Alludendo al Mandorlo e ai suoi frutti, esso simboleggia il risveglio della natura dopo la stagione invernale poichè è il primo albero a sbocciare in primavera. Il Mandorlo dunque è il simbolo della nascita e della resurrezione. Inoltre fiorisce in primavera proprio sotto il Segno dei Pesci, rendendo ancora più forte la connessione tra la forma stilizzata del pesce e quella della mandorla (frutto).

I due cerchi rappresentano due dimensioni diverse, il piano materiale e quello spirituale cioè l’umano e il divino, e il centro indica la comunicazione fra essi. Al centro viene rappresentato Gesù, il solo mediatore fra il terrestre e il celeste, il Verbo divino fattosi uomo.

Bassorilievo di Cristo in Gloria – Atelier d’art de Bethléem

Cristo in Gloria racchiuso in una mandorla.

In vendita sul nostro sito Bottega del Monastero

La sua valenza per il cristianesimo e le altre religioni: miti e leggende

Secondo una storia antica, quando un cristiano incontrava uno straniero per strada, il cristiano tracciava un arco per terra e se lo straniero completava il disegno con un arco opposto allora si identificava anche lui come tale. Il segno dei pesci veniva usato anche per segnare alcuni luoghi e soprattutto le tombe, per distinguere gli amici dai nemici.

Nella Bibbia, la fioritura precoce sul ramo di mandorlo, appare come un segnale di rinascita al profeta Geremia, intenzionato a rinunciare alla sua missione. Nell’Esodo e nell’Ecclesiaste i fiori di mandorlo rappresentano lo scorrere veloce della vita e l’albero in generale simboleggia la vita nuova.

In ebraico il termine mandorlo e il termine vigilante hanno la medesima radice; infatti mandorlo è shaqed, cioè “colui che vigila” o “protegge” che è shoqed.

Nella mitologia greca è interessante la leggenda legata al Mandorlo, riguardante l’amore tra Fillide e Acamante, eroe greco partito per la guerra di Troia. Fillide lo aspettò per 10 anni. Non vedendolo tornare dopo la caduta di Troia, pensò che fosse morto e presa dallo sconforto si lasciò morire di dolore. Atene, dea guerriera, impietosita dal loro amore trasformò Fillide in un bellissimo mandorlo. Quando Acamante fece ritorno venne a conoscienza della tragedia, quindi recatosi al mandorlo lo abbracciò con amore e profondo dolore. Fillide sentì l’abbraccio del suo amato e fece sbocciare tantissimi fiori bianchi. Ogni primavera la fioritura di questo albero ricorda il loro eterno amore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cancel

Necessari

I cookie necessari sono i cookie tecnici cioè quelli il cui utilizzo non richiede il consenso dell’utente.

Questi cookie sono essenziali per consentire di navigare in un sito web e utilizzarne tutte le funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, un sito web non potrebbe fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere. Un cookie di questo tipo viene inoltre utilizzato per memorizzare la decisione di un utente sull’utilizzo di cookie sul sito web.

I cookie tecnici sono essenziali e non possono essere disabilitati utilizzando questa funzionalità.
In generale comunque i cookie possono essere disattivati completamente nel proprio browser in qualsiasi istante.

Chiudi

Cancel

Statistiche

I cookie statistici vengono utilizzati per monitorare le performances del sito, per esempio per conoscere il numero di pagine visitate o il numero di utenti che hanno visualizzato una determinata sezione.

I cookie statistici utilizzati dal nostro sito si avvalgono di servizio di Google Analytics.

L’analisi di questi cookie genera dati statistici anonimi e aggregati senza riferimento alcuno all’identità dei navigatori del sito. Sono utili anche per valutare eventuali modifiche e miglioramenti da apportare al sito stesso.

Chiudi

Cancel

Targeting

I cookie di targeting sono cookie impostati da terze parti come YouTube, Facebook, Twitter.

Questi cookie tengono traccia del tuo comportamento come la riproduzione di video o quali tweet hai già visualizzato.

Se non viene dato il consenso a questi cookie, non sarà possibile guardare i video su questo sito web o utilizzare la funzionalità di condivisione sui social.

Questi cookie possono essere utilizzati dal fornitore di cookie per creare un profilo dei tuoi interessi e mostrarti pubblicità pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma si basano sull'identificazione univoca del browser e del dispositivo Internet.

Chiudi